Segnali e sintomi dell’allergia

Segnali e sintomi dell’allergia bg

I sintomi dell’allergia al polline quando si presentano possono essere parecchio fastidiosi. Un naso che cola può rovinare la tua giornata all’aperto e allo stesso modo padroneggiare fogli di calcolo al lavoro con gli occhi che lacrimano può essere arduo. Conoscere i segnali a cui fare caso può aiutarti a gestire meglio questi fastidiosi sintomi.

Anche conosciuta come “rinite allergica” (che significa proprio irritazione o infiammazione delle vie respiratorie), il raffreddore da fieno è una reazione allergica al polline. Non appena le fastidiose particelle di polline entrano in contatto con il nostro corpo, si scatenano una serie di spiacevoli - e spesso fastidiosi – sintomi.

I sintomi allergici negli adulti possono variare a seconda di:
• Soggetto affetto
• Stagione
• Tipologia di polline

Potresti essere fortunato e sviluppare solo sintomi lievi oppure potresti riscontrare pochi sintomi ma tutti in una volta. Allo stesso modo però, i sintomi allergici potrebbero protrarsi per settimane o mesi – dipende per quanto tempo si rimane esposti al polline.

Questo articolo tratterà le seguenti tematiche:
• Differenze tra sintomi dell’influenza e dell’allergia
• Principali sintomi dell’allergia
• Gravità dei sintomi allergici
• Sintomi allergici lievi
• Sintomi allergici più seri
• Sintomi allergici di lunga durata

Si tratta di influenza o di allergia?

Molti sintomi allergici coincidono con i sintomi influenzali, può essere quindi difficile capire di cosa si tratti. Ci sono però alcune differenze chiave tra le due sintomatologie: l’influenza può manifestarsi da uno fino a tre giorni dopo che si è venuti in contatto con il virus e solitamente si protrae per circa una settimana. L’allergia si manifesta immediatamente dopo l’esposizione al polline e continua per il tempo in cui si rimane esposti agli allergeni.

Utilizza la tua Allerta Pollini Scottex® per monitorare i livelli di polline presenti nella tua zona e cercare di evitare di esporti agli allergeni.

Quali sono i principali sintomi allergici?

I sintomi dell’allergia variano da persona a persona. Sarà probabilmente sempre la stessa manciata di sintomi chiave che ti farà capire che la stagione dei pollini è ormai cominciata. E la stagionalità si sta sempre più allungando.

Amena Warner, Responsabile dei Servizi Clinici presso Allergy UK, afferma quanto segue: “Ci sono evidenze che suggeriscono come il cambiamento climatico – e il relativo aumento delle temperature – stia contribuendo al prolungarsi della stagione dei pollini delle graminacee in UK. Il polline delle graminacee è la principale causa della maggior parte dei sintomi allergici. Inoltre, con temperature più miti, i livelli del polline potrebbero innalzarsi e il vento potrebbe trasportare le particelle per una vasta superficie. Le attività dell’uomo hanno aumentato la concentrazione atmosferica di anidride carbonica e di altri gas serra. Gli studi dimostrano come gli alberi stiano producendo più polline in risposta agli elevati livelli atmosferici di anidride carbonica, l’allergia può quindi peggiorare quando i livelli di inquinamento sono alti, specialmente nei mesi più caldi. Questi sono i fattori che ci portano a stimare un aumento dei livelli di polline in UK nei prossimi anni, facendo sì che gli spiacevoli sintomi allergici si protraggano per periodi più lunghi.”

I principali segnali e sintomi dell’allergia sono:
Starnuti e tosse: gli starnuti – che siano fragorosi o più contenuti - possono essere un segnale che il polline sta irritando il tuo naso. La tosse provocata dall’allergia tende a presentarsi perché il muco che non riesce a sprigionarsi dal naso scende lungo la gola.
Naso chiuso o naso che cola: a differenza del muco denso che si associa al raffreddore, la secrezione nasale causata dall’allergia tende ad essere più chiara e acquosa. Dai un’occhiata al fazzoletto dopo esserti soffiato il naso per capire di quale tipo di muco si tratti.
Occhi arrossati che lacrimano: per molti, questo è il sintomo più fastidioso. Gli occhi che lacrimano è il modo tramite cui il tuo organismo cerca di ripulire e sciacquare una parte del corpo venuta a contatto con il polline. Dal momento che il tuo sistema immunitario sta cercando di reagire al polline, gli occhi possono risultare irritati, appiccicosi e arrossati.
Gola, bocca, naso e orecchie irritati: similarmente a come si comportano gli occhi, anche queste altre parti del corpo vengono coinvolte nella reazione che il sistema immunitario ha al verificarsi del contatto con il polline, e di conseguenza si irritano.
Perdita dell’olfatto: se i cibi hanno un differente sapore o le cose sprigionano un odore diverso dal solito (e il tuo partner non sta cucinando), potrebbe essere un segnale dell’allergia.
Dolore alle tempie e alla fronte: gli allergeni possono creare zone di dolore intorno ai seni paranasali (quell’area interna dietro gli zigomi e la fronte).
Mal di testa: la sinusite causata dall’allergia può portare ad avere mal di testa.
Mal d’orecchio: i rivestimenti delle tube interne all’orecchio potrebbero infiammarsi quando entrano a contatto con il polline.
Stanchezza: se questi sintomi non ti portano a stare a letto, è probabile che allora il sistema immunitario vada in sovraccarico e rilasci sostanze chimiche che ti faranno comunque venir voglia di riposare.

Molti di questi sintomi possono essere correlati anche ad altri malesseri, reazioni o persino al Covid-19. Se siete preoccupati, se i sintomi si sono presentati in maniera improvvisa e inaspettata o stanno peggiorando, consultate immediatamente il vostro medico di base.

Abbiamo tutti un amico che soffre di allergia la quale si manifesta solo con rari starnuti, mentre noi siamo invece colpiti da occhi che lacrimano, mal di testa e tosse. Molte persone presentano sintomi più gravi quando i livelli di polline sono più alti, mentre altre possono comunque presentare sintomi più lievi a prescindere dalla concentrazione di polline presente nell’aria.

Sintomi allergici lievi

Una generale spossatezza è uno dei sintomi più leggeri dell’allergia, solitamente una conseguenza del non dormire bene poiché si starnutisce o tossisce durante la notte. Ci si potrebbe svegliare a causa del naso tappato o che cola oppure a causa di altri sintomi come la gola irritata, che potrebbe spingerci ad alzarci per bere un bicchiere d’acqua.

Starnuti, tosse e naso che cola sono sintomi comuni che possono variare notevolmente di intensità – dall’essere una leggera irritazione al richiedere particolare attenzione. Lo stesso vale per orecchie e mal di testa, che sono più rari e possono variare nell’intensità del dolore.

Sintomi allergici più seri

Occhi, naso, gola e bocca irritati sono alcuni dei sintomi più rilevanti dell’allergia. Questi possono davvero infierire sulla tua giornata, specialmente i sintomi che interessano gli occhi e che possono compromettere la vista – il che significa che potresti trovarti obbligato a prenderti un giorno di permesso da lavoro o rimandare una gita di famiglia al parco.

Mentre il mal d’orecchio è un sintomo meno comune, quando si presenta può essere alquanto intenso. Dal momento che le vie respiratorie di naso e gola sono intasate a causa dell’allergia, questo può portare ad un’ostruzione anche delle orecchie, con conseguente fastidio e difficoltà nell’udito.

Certi agenti irritanti posso far peggiorare ancora di più i sintomi allergici. Quando il naso si irrita a causa di una reazione allergica al polline, questo diventa più sensibile e l’esposizione ad alcuni agenti come questi elencati sotto potrebbero farlo irritare ancora di più:
• Fumo del legno e del tabacco
• Aria inquinata e vapori irritanti
• Vento
• Spray aerosol
• Odori forti
• Cambiamento della temperatura e dell’umidità

Sintomi allergici di lunga durata

I fastidiosi sintomi allergici potrebbero persistere solo per alcuni giorni ma se non curati possono causare effetti di lungo periodo che possono durare settimane o addirittura mesi. Questi sintomi includono:
• Orecchie tappate
• Gola infiammata
• Ridotto senso dell’olfatto
• Mal di testa
• Affaticamento e irritabilità
• Gonfiore o occhiaie sotto gli occhi

Anche se questi si presentano come sintomi lievi, più perdurano più possono avere un impatto negativo sul generale stato di salute. Chi manifesta sintomi allergici che si protraggono per un lungo periodo può anche riscontrare:
• Scarsa qualità del sonno, con conseguente stanchezza perenne
• Aumento di sintomi asmatici
• Mancanza di energia e produttività, che si traducono in assenza a scuola, lavoro o attività sociali
• Infezioni dell’orecchio (specialmente nei bambini)
• Infezioni dell’occhio o congiuntivite
• Sinusite


Fonte:
https://www.allergyuk.org/information-and-advice/conditions-and-symptoms/11-hay-fever-allergic-rhinitis https://www.nhs.uk/conditions/hay-fever

Carta Scottex®: esplora tutti i prodotti bg

Scottex® Carta Igienica

Scopri l'ampia gamma di carta igienica Scottex® e scegli il rotolo più adatto alle tue esigenze

Scottex® Carta da Cucina

Esplora la gamma della Carta Cucina Scottex®: troverai il rotolo asciugatutto utile in ogni situazione, in cucina o per le pulizie di tutta la casa

Scottex® Fazzoletti

Scopri tutta la gamma di fazzoletti Scottex®: ideali per le esigenze di tutta la famiglia, per i raffreddori più intensi o per le pelli più delicate

Inserire nome
Puoi leggere l'Informativa sulla Privacy cliccando qui. Indicare il consenso